Strategie   Vincenti

Una strategia vincente per superare la paura del fallimento

La paura del fallimento è uno dei principali motivi per cui non viviamo il tipo di vita che vorremmo vivere. Tutti abbiamo paura: imprenditori di successo, sportivi acclamati, i politici che decidono le sorti di milioni di persone, il ragazzo che lavora dal fruttivendolo sotto casa, io che ho paura che non riuscirò mai a diventare full time un coach ed un’imprenditore.

paura del fallimento

TUTTI abbiamo paura, la differenza tra chi ottiene successo e chi no, è che i primi agiscono NONOSTANTE la paura del fallimento

In generale la paura è uno stato d’animo che molto spesso è del tutto IRRAZIONALE e te lo dimostro con 2 esempi:

  1. Diverse persone hanno paura di salire su un aereo, ma ben poche che io conosca, hanno paura di scendere una rampa di scale. Ebbene la probabilità di morte a causa di una caduta è 1 su 184, mentre la probabilità di morte per un’incidente aereo è soltanto di 1 su 5.862 (cioè 32 volte più bassa !!! FONTE) eppure nessuno ha le palpitazioni quando deve scendere una rampa di scale, ma qualcuno quando sale sull’aereo, sì.
  2. La paura del fallimento è basata su uno supposizione completamente falsa, cioè che possa esistere un futuro privo di fallimenti. Ma se tu ora guardi al tuo passato, anzichè guardare al tuo futuro, per esempio guardi agli ultimi 12 mesi: cosa hai fatto ?
    Avrai fatto molte cose: di molte sarai contento, ma di alcune anche no. E’ molto raro che nel tuo passato ci siano solo successi, eppure sei passato all’azione. Perchè allora ti blocchi ora, se non sei al 100% sicuro che sia un successo ?

Cosa succede se ti lasci bloccare dalla paura del fallimento ?

Quando NON agisci succedono cose molto gravi:

  1. Ti stressi, perchè ti rendi conto che sei bloccato e molto spesso questo stato emozionale è PERVASIVO, cioè va a contagiare anche altre aree della tua vita.
  2. Sprechi una risorsa preziosissima e non rinnovabile: il TUO tempo.
  3. NON sfrutti le probabilità di successo che hai (mica è detto che per forza debba andare male… 😉  )
  4. Ti precludi la possibilità di raccogliere preziosissimi FEEDBACK (cioè informazioni di ritorno da insider), senza i quali NON saresti in grado di capire come avere successo.

Nella mia carriera ho fatto 4 lavori completamente diversi e nonostante in alcune situazioni sia stato per me molto difficile e fossi molto stressato, da ciascuna di esse ho tratto preziosissime informazioni su ciò che mi piace, ma soprattutto anche su ciò che NON mi piace. E’ soltanto mettendo insieme entrambe le cose, che sono diventato la persona che sono, che faccio ciò che faccio e ho ottenuto i risultati che ottengo oggi.

 Allora come superare la paura del fallimento ?

Tutto ciò a cui resisti, persiste. Anonimo


Onde poter affrontare una tua paura devi innanzitutto essere consapevole che ti sta bloccando, poi usa quella che è una strategia vincente in campo militare: la Strategia delle 7 P.

The 7 Ps: Prior Planning and Practice Prevents Piss Poor Performances.  – Proverbio militare


tradotto in italiano significa: pianificare ed esercitarsi in anticipo evita di fare sonore figure di me#&@ ! 😉

Ciò che rende la paura del fallimento così potente è il fatto di pretendere che tutto debba funzionare subito e la sola idea che qualcosa NON possa funzionare ci paralizza, ma perchè non accettare fin dall’inizio che le cose andranno male (tanto la Legge di Murphy è una realtà) ed analizzare cosa può andare male e pianificare cosa fare, se realmente si dovesse realizzare, e prepararsi in modo tale da essere capace a reagire nell’eventualità che succeda davvero ?

I piloti d’aereo fanno proprio questo:

  1. Analizzano cosa può rompersi in volo, per esempio il guasto di un motore
  2. Pianificano come intervenire quando un motore va in avaria
  3. Praticano con il simulatore di volo e con aeroplani di addestramento, per essere pronti ad intervenire nel caso succeda improvvisamente

e questo è il motivo per cui la probabilità di incidenti aerei mortali è così bassa (come abbiamo visto all’inizio dell’articolo).

Preparati al fallimento

Accettare “il peggior caso possibile” provocherà il scioglimento della paura del fallimento come neve al sole, perchè non sarà più un nemico oscuro o una strana sensazione nello stomaco o il latte alle ginocchia, ma sarà qualcosa che conosci, che hai accettato e a cui ti sei preparato per affrontarlo, qualora si presentasse.

Ecco un esercizio da fare per sviscerare il peggior scenario possibile e preparati per affrontarlo. Scegli un posto tranquillo e sincerati di non essere disturbato (spegni il telefono e il computer).

  1. Scegli il progetto, l’obiettivo o la decisione nella quale credi di essere bloccato per la paura di fallire.
  2. Immagina il risultato finale che vuoi ottenere. Immergiti nella nuova realtà, rifletti come ti fa sentire. Vivi e godi cioè in prima persona ed in modo ASSOCIATO la situazione finale che vuoi ottenere. Prenditi tutto il tempo che vuoi per goderti questa situazione.
  3. Tieni con te questa sensazione ed ora immagina di entrare da solo in un cinema e di vedere proiettato sullo schermo un film in bianco e nero con le peggiori situazioni che potrebbero capitarti. Vedi cioè te stesso e le situazioni proiettate sullo schermo, osserva la situazione in modo DISSOCIATO (cioè osservandola dall’esterno, non vivendola in prima persona).
  4. Cosa puoi fare per cambiare il finale del film in questa situazione indesiderata ?
    Cosa puoi fare per poter arrivare comunque all’obiettivo desiderato e per generare le sensazioni positive che hai provato un attimo prima ?
    Prenditi il tempo per trovare almeno 3 soluzioni per capovolgere il fallimento.
    Quando le hai trovate rivedi la scena sullo schermo più volte, da quando sta ancora andando tutto bene, alla situazione imprevista, a come tu gestisci la situazione, fino ad arrivare comunque al risultato desiderato.
  5. Ripeti il punto 4 per tutti i possibili scenari che credi ti possano bloccare.
  6. Infine hai davanti a te 2 strade: una che ti porterà al tuo obiettivo attraverso il successo e un’altra che ti porterà allo stesso risultato passando attraverso il fallimento. Come ti fa stare sapendo che qualsiasi cosa accada riuscirai a realizzare comunque il tuo desiderio ?
  7. Apri gli occhi, sorridi e passa all’azione !

Ti va di farci sapere come è andata condividendo nei commenti la tua esperienza personale ?

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Ciao Alexander,
    ho cominciato a cercare casa.
    Un passo che per una ragazza di 34 anni è grande ma che dovrebbe essere entusiasmante e ricco di coinvolgimento! Invece per me è causa di preoccupazione e agitazione. Sono scattate le paure di non trovare qualcosa di bello, che si avvicini il più possibile ai miei (e nostri, del mio compagno e miei) desideri e gusti e ovviamente possibilità. cerco di “visualizzarla”, ignorandone prezzo e difficoltà, ma solo come potrebbe piacere a me. Ma resisto forse due secondi, perchè la paura che le cose vadano storte o fare una scelta sbagliata o non trovarla…. è sempre più forte della fantasia.
    Grazie dell’attenzione

    • Ciao Elisa,
      ho impressione che tu sia caduta in una trappola molto comune, quella del “futuro perfetto”, cioè ti aspetti che il futuro debba essere per forza perfetto e NON agisci per la paura di fallire, di non raggiungerlo.
      La soluzione sta nel rendersi conto che la vita è IMPERFETTA: guardati intorno, le persone che ammiriamo sono piene di difetti (magari sono bravi in alcuni aspetti, ma in altre aree della loro vita, sono assolutamente imperfetti). Osserva il tuo passato e scegli un ricordo di cui sei fiera, era assolutamente PERFETTO o qualche dettaglio minore non era a posto ?
      E soprattutto: sei arrivata a quel risultato di cui sei ancora oggi fiera agendo una unica volta oppure passando per diversi tentativi ed errori ?
      Sono sicuro che è la seconda…
      Allora perchè pretendi che la tua prima casa debba essere bella in tutto e per tutto ?
      Ne ho girate tante di case (per l’esattezza 5 in 18 anni) e nessuna era perfetta: tutte avevano lati positivi e cose che avrei voluto che fossero meglio (per esempio quella attuale in cui vivo non ho uno studio, in compenso c’è una bella zona giorno ampia e luminosa che utilizzo e apprezzo molto). Anche capire cosa è essenziale per noi stessi in una casa, scendere a compromessi con il proprio partner e con le proprie disponibilità economiche, è una cosa che si impara facendo e sbagliando (come tutte le cose nella vita).
      Infine, come ho scritto nell’articolo, ti ripropongo di fare l’esercizio dello “scenario peggiore”:
      1) Quale è la cosa peggiore che potrebbe accadere ?
      2) Se si avverasse, come affronteresti la situazione per risolverla ? (quale sarebbe cioè il famoso “Piano B” ? )

  2. Grazie per la velocissima risposta. Diciamo che forse questa mia paura nasce dalle molte cose andate male ultimanente, oltre forse a, come dici tu, una paura che le cose non vadano come un futuro perfetto che ci si prospetta…. Sai cosa non riesco continuamente a fare? Visualizzare ciò che vorrei e quando riesco a farlo…non riempirlo di pensieri negativi…tutte cose che vanno totalmente contro la legge dell attrazione!! Caso irrecuperabile?! Grazie ancora, buona serata

    • Ciao Elisa,

      Sai cosa non riesco continuamente a fare? Visualizzare ciò che vorrei e quando riesco a farlo…non riempirlo di pensieri negativi…tutte cose che vanno totalmente contro la legge dell attrazione!! Caso irrecuperabile?!

      Dipende solo da te, sei disposta a lasciar andare:

      1) l’idea che il futuro debba essere perfetto ?
      2) che per trovare UNA ( non LA ) casa giusta, tu debba riuscire a visualizzarla ?
      3) che per trovare una casa giusta tu debba utilizzare la legge d’attrazione ?

      Allora sì, sei recuperabile 😉

      Al posto tuo lavorerei sull’Armonia Interiore ma soprattutto passerei all’AZIONE: andrei a vedere delle case !
      Quando ci entri e le guardi, verifichi che sensazione ti danno, quando sei dentro riesci immaginare molto meglio come potrebbe essere la casa con le cose che vorresti metterci dentro tu.

Commenti

Newsletter | Tutti gli articoli                     FacebookTwitterG+                                              Privacy policyHome                Torna in cima