Strategie   Vincenti

Crescita personale, da dove iniziare

Sei insoddisfatto della tua vita e hai deciso che vuoi impegnarti nella tua crescita personale, ma non sai da dove iniziare ?

Allora questo articolo fa per te. Ci sono almeno 3 metodi per scegliere da cosa iniziare, vediamoli uno alla volta.

METODO 1: inizia dall’AREA  in cui sei più DEBOLE

Questo metodo è ottimo perchè se tiri fuori il coraggio e affronti la tua area più debole e ottieni anche soltanto piccoli risultati, sicuramente troverai giovamento anche in altre aree della tua vita, perchè alla fine in un modo o nell’altro tutte sono interconnesse. Per esempio: se il rapporto di coppia va male, questo può avere ripercussioni sul tuo lavoro o sul tuo stato di salute ?
Sì, molto spesso accade.

Altro esempio: se il lavoro va male, questo può avere ripercussioni sul rapporto di coppia e di famiglia, oltre che sulla tua salute ?
La mia esperienza personale, dice di sì.

Vediamo allora quali sono le Aree personali classiche (puoi trovare su altri siti o libri suddivisioni diverse, l’importante non è trovare la lista definitiva e perfetta, ma che tu muova il culo e ti metta in gioco in un’area in cui sei carente !):

  1. LAVORO: il lavoro che fai ti piace e soddisfa i tuoi bisogni, non solo quelli materiali, ma anche quelli mentali, di soddisfazione personale, di varietà e rispetta i tuoi valori ?
  2. SOLDI: guadagni soldi a sufficienza per lo stile di vita, secondo il quale vuoi vivere ?
  3. COPPIA: sei soddisfatto del tuo rapporto di coppia ? Nel caso tu sia single: è una scelta consapevole e voluta da te (se sei stato mollato/a NON è una TUA scelta, sii sincero) e quanto stai bene in questa situazione ?
  4. FAMIGLIA: sei soddisfatto del rapporto con i tuoi genitori e parenti ? Se hai figli: sei soddisfatto anche del rapporto con i tuoi figli ?
  5. AMICIZIE: sei soddisfatto della quantità e della qualità delle amicizie che hai e di come le curi ?
  6. SALUTE: sei soddisfatto del tuo livello di salute e benessere fisico ?
  7. TEMPO LIBERO & DIVERTIMENTO: sei soddisfatto della quantità di tempo libero che hai e di ciò che fai di esso ?
  8. BENESSERE EMOZIONALE: sei soddisfatto di quale è il tuo stato emozionale predominante ?
    Abbiamo tutti delle fluttuazioni, ma individua nella scala seguente (dal più basso al più alto) quale è il tuo livello emozionale predominante:
    – Gioia/Amore/Libertà/Gratitudine
    – Passione
    – Entusiasmo
    – Fiducia
    – Ottimismo
    – Speranza
    – Contentezza/Soddisfazione
    – Noia
    – Pessimismo
    – Frustrazione/Impazienza/Irritazione
    – Sensazione di Sopraffazione
    – Delusione
    – Incertezza
    – Preoccupazione
    – Dare la colpa a…
    – Scoramento
    – Rabbia
    – Vendetta
    – Odio/Ira
    – Gelosia
    – Insicurezza/Senso di colpa/Senso di inadeguatezza
    – Paura/Afflizione/Depressione/Disperazione
  9. BENESSERE MENTALE: sei soddisfatto di quanto soddisfi la tua voglia di sapere e di imparare ?
  10. SPIRITUALITA’: sei soddisfatto del tuo livello di spiritualità ?

Per ogni Area Personale dai un voto da ZERO (totalmente insoddisfatto) a 10 (totalmente soddisfatto) e alla fine individua quella con il voto più basso. Se ne hai più di una con il voto più basso, parti da quella che, qualora ottenessi un miglioramento anche solo piccolo in essa, otterresti automaticamente miglioramenti nel maggior numero di aree.

METODO 2: parti dalla tua PAURA più GRANDE

Tra le paure più diffuse ci sono, la paura:

  • dell’Abbandono
  • del Rifiuto
  • della Morte

Queste sono quelle che io considero paure “primarie”, poi esistono altre paure, dietro alle quali molto spesso si celano proprio una (o una combinazione) di queste paure, come per esempio la paura di parlare in pubblico (che può essere ricondotta alla paura del rifiuto) e la paura del successo, dietro alla quale c’è la paura di non essere all’altezza, di perdere tutto e quindi di essere abbandonato, la paura del giudizio dietro alla quale c’è di nuovo la paura dell’abbandono. Scegli la tua paura più grande e fai ogni giorno una piccola cosa per affrontarla.

METODO 3: parti dal tuo CORPO

Il tuo corpo ti accompagna in ogni tua esperienza: prenditene cura !

Una migliore condizione fisica, favorisce maggiore energia, maggiore chiarezza mentale, rafforza il tuo sistema immunitario. Questi risultati daranno effettivi positivi su tutte e 10 le Aree Personali che ho descritto sopra, senza dimenticare che lavorando sul tuo corpo allenerai la tua forza di volontà, aumenterai la tua capacità di concentrazione e migliori la tua autostima.

Un altro vantaggio del fatto di lavorare sul tuo corpo è che solitamente può porti degli obiettivi che sono facilmente misurabili, come per esempio: chili di sovrappeso persi, quantità di ripetizioni, chilometri o minuti corsi etc.

Bene, arrivato a questo punto, hai deciso in quale Area della tua vita vuoi migliorare ?

Se ti trovi in difficoltà, richiedi una consulenza personalizzata.

Articoli correlati

9 Commenti

    • Ciao Nicola,

      sono refresh di stile di vita che ogni tanto fanno bene a tutti…

      per qualcuno sono dei “RE-fresh” cioè un ritorno ad uno stato in cui si trovava già, ma per molti altri è una prima volta.

      Ci sono tante persone che non hanno mai dedicato del tempo alla propria famiglia o partner.
      Ci sono tante persone che non sono mai state attive fisicamente.
      Ci sono tante persone che non hanno mai affrontato una loro paura.
      Ci sono tante persone che non hanno mai osato ad intraprendere delle azioni per realizzare finalmente il loro “Sogno”.

      Comunque sia, e come hai ben detto tu, mettersi in gioco fa bene a tutti. 😉

  1. dici bene, partire da una piccola cosa , e aspettare dei piccoli miglioramenti, il nostro errrore è infatti quello di voler cambiare tutto insieme e di essere impaziennti se non cambia niente…

    • Ciao Elisa,

      partire da una piccola cosa , e aspettare dei piccoli miglioramenti

      E’ giustissimo partire da una piccola cosa, ma NON aspettare dei piccoli cambiamenti, ma bensì andare avanti (se necessario : sperimentare nuove vie) fintanto che non arrivino dei cambiamenti. Il miglioramento personale è un’attività totalmente attiva (e non passiva).

  2. Ottimo punto di partenza. A volte la paura davanti al foglio bianco ci inibisce, quando basterebbe poggiare la matita e, nel divenire, accettare e rielaborare costantemente ciò che si scrive…disegna….ma tutto sta nel fare il primo passo. E questo propone buoni primi passi. Buon cammino a tutti

  3. con tutta me stessa. non scindo mente/cuore/spirito. ciò che la Me/Io fa affiorare, lo seguo, non ne faccio una questione di ragionamento, non più.
    E sto molto meglio di prima 😉

  4. Aggiungo un’altra considerazione.
    Partire in base a COME si vuole migliorare, ci sono 2 colonne portanti della crescita personale: tecniche che sfruttano l’energia del corpo e tecniche che sfruttano la mente, fanno le stesse cose ma in maniera differente.

    A mio modo di vedere, una persona le prova entrambe e poi sceglie quella con cui si trova meglio 🙂

    Bell’articolo 🙂

Commenti

Newsletter | Tutti gli articoli                     FacebookTwitterG+                                              Privacy policyHome                Torna in cima