Strategie   Vincenti

Il respiro

Pochi giorni fa è stato un giorno un pò particolare per me.

Durante la mattina avevo giocato con 2 tappi delle penne a sfera (le comunissime biro), mai avrei pensato che quella sera avrei sperimentato qualcosa di simile, ma dovuto a tutt’altra origine.

Ma ciò che è molto più prezioso è ciò che mi sono portato a casa da questa esperienza.

 

 

Solo quando perdi qualcosa ti rendi conto del suo valore. – Anonimo


Il post che ho citato nel video è quello sui 5 più grandi rimpianti in punto di morte, che se li conosci ti permettono di vivere una vita più felice.

Nei commenti condividi:

  • una cosa che normalmemte dai per scontato e che invece oggi ti sei soffermato/a ad apprezzare
  • la cosa o la persona che in assoluto è più importante per te.

8 Commenti

  1. Ciao Alex,
    osservando mio padre in questi mesi, affetto da una artrosi all’anca invalidante, mi sono resa conto di quanto anche il muoversi, il poter camminare liberamente, sia dato per scontato. Tutte le meravigliose funzioni del nostro corpo vengono sempre date per scontate.
    Permettimi anche di condividere un sorriso con te, che mi è venuto ascoltandoti. Senza voler sminuire il disagio pesante dovuto al tuo malessere, ho sorriso pensando al luogo comune che vede l’uomo con l’influenza come una specie di moribondo sul letto di morte 😀
    Un abbraccio!

    • Confermo tutte e 2 le cose Sara:

      1) anch’io in questi mesi mi sono limitato in questi ultimi 3 mesi per delle fastidiose nevralgie e questo cosa ha comunque avuto un impatto su di me, anche a livello di umore. Ancora una volta finchè non mi sono accorto che non potevo fare alcune attività, NON avevo la piena consapevolezza delle bellezza della libertà di muoversi con il proprio corpo

      2) NON faccio eccezione: non sono molto eroico nel sopportare il malessere 😀

  2. Ciao, due commenti:
    – ho finalmente saputo perché c’è un buco sui tappi delle BIC. Fantastico esempio di come si possa risolvere un problema enorme con pochissimo.
    – le cose importanti della vita…… Concordo con te ma, non è facile. Siamo parte di un sistema complesso e il contorno non aiuta. Ma non è una giustificazione!

    • Ciao Leonardo

      le cose importanti della vita…… Concordo con te ma, non è facile.

      concordo con te, ma se una cosa è importante, vale la pena comunque impegnarsi, no ?

  3. Ciao A-, qualcosa di simile mi è accaduta quando un disturbo x di cui soffro ho temuto potesse avere conseguenze estreme.

    Mi calmai e tutto rientrò, tuttavia senza aspettare episodi come il mio, il tuo e/o quello di chiunque di noi, ho maturato nel tempo la convinzione di obbligarsi ciclicamente al togliere le batterie al nostro cervello .

    Dedicare e obbligarsi almeno una mattinata o pomeriggio al niente. Dormire, passeggiare, preparare un piatto, qualunque cosa ma costringersi alla noia o forse meglio dire “Al dolce far nulla”.

    Ho provato sulla mia pelle il suo funzionamento; non è paragonabile alle fantasie o ai pensieri in prossimità della morte o di un grave incidente, (tanto sono solo rimpianti) ed invece aiuta a centrarsi e a fare un pò di pulizia alle cose/pensieri oramai obsoleti, e quindi anche alle cose realmente importanti per noi.

    ciao e grazie, Enrico

  4. Ciao Alex, ti ho trovato per caso in internet perché stavo cercando altro e la mia attenzione è stata catturata da un tuo articolo .. e da qui il tuo video che è molto toccante. Ti ringrazio per questo insegnamento e mi auguro che tanti altri come me vengano toccati da questo tuo forte messaggio. In ufficio, quando vedrò i tappini delle biro mi verrai in mente .. un abbraccio Roberto

    • In ufficio, quando vedrò i tappini delle biro mi verrai in mente ..

      🙂

      e grazie Roberto per aver lasciato un commento.
      Un abbraccio
      Alexander

  5. Ciao Alex
    la voglia di ricontattarti mi ha portato a cliccare STRATEGIEVINCENTI così
    TI ho rivisto sul video dove ci racconti la tua esperienza dolorosa della mancanza di respiro e le tue importanti riflessioni successive ..

    Già come tu dici siamo sempre connessi al fare e fare in fretta e ci accorgiamo dell’importanza delle cose , soprattutto delle persone e delle relazioni, quando temiamo di perderle..
    Mi trovi perfettamente in sintonia.. Ti ricordi quante volte introducendo la marcia di Biodanza ho chiesto di essere consapevoli della fortuna di poter “camminare” e di esserne grati..?
    Quindi rispondendo ai tuoi 2 interrogativi..
    A) Pienamente d’accordo con la citazione del tuo “Anonimo * Solo quando perdi qualcosa ti rendi conto del suo valore * .. e questo è il motivo per cui ho imparato a vivere pienamente la VITA ed inoltre sento il dovere morale di passare questa mia convinzione ai famigliare ed agli AMICI di BIODANZA nel corso degli incontri-
    Le molte vicissitudini mi hanno insegnato a non dare nulla per scontato perchè tutto può cambiare da un momento all’altro, (e tanto mi è cambiato da un momento all’altro) Pertanto ho imparato che le relazioni vanno curate come si cura una fragile pianta fiorita..senza mai lasciarla appassire senz’acqua o senza luce.. Ed ecco il dialogo, la disponibilità, la cura dell’altro.
    Non è stato facile ma ho imparato esperienza dopo esperienza .. come dici tu controllando i pensieri.. cercando di allontare quelli pesantemente negativi quelli che “succhiano energie” e non aiutano a risolvere. Anche il controllo del “respiro” entra nella mia esperienza.. Quante volte mi ha permesso di controllare tensioni, di trattenere risposte che sarebbero state impetuose se non trattenute.. dandomi il tempo di organizzare il pensiero e di dare poi delle risposte maggiormente efficaci . Ma questo frutto di esperienza e di pratiche di “FLUIDITA'”
    B) Ciò che è veramente importante per ME ? Essere e vivere in serenità , per me stessa e per le persone che mi vivono accanto .
    Essere serena mi permette di aiutare me stessa e di sostenere i miei famigliari, in particolare i miei figli . Poi poco contano le “cose”( e non è un luogo comune ma un’intima convinzione) . Contano soprattutto gli affetti che vengono ancor prima della salute perchè senza affetti anche la salute prima o poi ne risente. E’importante il lavoro, la carriera, la casa, un buon stipendio.. ma la felicità arriva quando ti accontenti di cio’ che hai e lo condividi con chi ami essendone riamato.. E’ tutto qui ma è tantissimo..
    Caro Amico ti auguro BUONA VITA.. Gianna

Commenti

Newsletter | Tutti gli articoli                     FacebookTwitterG+                                              Privacy policyHome                Torna in cima